APPUNTI DALLA TERRA DELLE CENERI #12

Diario delle prove di “Prometheus”, QA-QuasiAnonimaProduzioni

a cura di Elena ZETA

sabato 29 aprile 2017

GIORNO DODICI

 

A quasi due settimane dall’inizio delle prove, tutto è fatto ma niente è pronto.

Non ci scoraggiamo.
Sappiamo che si è pronti davvero il giorno dopo lo spettacolo.

Ed oggi sembra di riguardare la videocassetta al flash forward − il tasto [FF>>] che c’è sul telecomando –, avanzamento rapido.

Cominciamo con un loop – il pulsante [REPEAT] − della terza decina di pagine.

Un giro di memoria – [MENU] − per riprendere fiato dalle camminate.

Poi il complotto – premendo alternativamente [PLAY |>] e [PAUSE ||].

 

[PLAY |>], [PAUSE ||], [RW <<]. [PLAY |>], [PAUSE ||], [RW <<]. [PLAY |>], [PAUSE ||], [RW <<].

E anche “l’altalena” ha assunto una forma più delicata e viva.

 

Poi, proprio sul passato di Efesto, tutto si blocca. Il nastro si è imbrogliato.

E allora, pazientemente, tutto ciò che era inciso da pagina 20 a pagina 29 (con poche eccezioni) va cautamente riavvolto facendo girare le bobine con la matita, risistemato con accortezza per fare in modo che non si imbrogli più, e che tutto scorra liscio come dovrebbe.

Eh, si. La perfezione non esiste.
Ma con l’analogico è più facile tendervi.